Scultura

SCULTURA – INTRODUZIONE

La scultura romana segue due filoni principali: il ritratto e il rilievo storico. Si può dire in generale che anche nella scultura i romani copiarono lo stile greco, ma senza introdurre nuovi elementi o canoni.

Ritratto: pubblico, privato, imperiale. Il rilievo storico era la rappresentazione di un fatto storico.

RITRATTO

AUGUSTO LORICATO

È detto loricato perché porta addosso una lorica. Posa italico-etrusca con idealizzazione greca, ma foga arringatrice di Roma. Si presenta con uno schema scultoreo simile al doriforo classico, ma la mano è alzata e protesa come quella dell’arringatore. L’armatura è da condottiero con un drappeggio avvolto che era rosso. Sull’armatura vi è scolpito un fatto storico accaduto con i Parti.

La differenza sostanziale sta nella visione della realtà nelle due civiltà: i greci facevano coincidere storia e mitologia, come si evince dalle metope del Partenone, in cui è raccontata la conquista da parte delle prime popolazioni dell’area di Atene, i romani invece distinguevano la mitologia dalla storia. È per questo motivo che nelle opere romane è raccontata la storia (come ad esempio i rilievi della Colonna di Traiano) e fu questo ideale che segnò la distinzione fra i due stili.

L’Augusto loricato non è più un uomo ideale, perfetto, ma ha le fattezze del vero viso di Augusto. La figura dell’imperatore viene così celebrata in tutta la sua potenza, anche grazie al braccio alzato, in un solenne gesto di comando.

COSTANTINO

Ritratto brutto. Capelli, naso, bocca occhi sono stilizzati ma rappresentano la realtà: il viso non veniva ritoccato nel ritratto.

MARCO AURELIO A CAVALLO

Nel Medioevo questo gruppo scultoreo, che era dorato, si trovava nel Laterano. Michelangelo lo collocò al centro della piazza del Campidoglio. È certo che l’opera volesse celebrare una grande impresa bellica della quale Marco Aurelio fu protagonista. Gli occhi profondi ed ombreggiati sottolineano lo sguardo in meditazione, accompagnato da lineamenti profondamente segnati. Anche nel corpo appare messo in evidenza l’atteggiamento del filosofo:l’abbigliamento e la razza del cavallo non hanno nulla a che fare con l’ambito bellico. La mano sinistra è bassa e reggeva una sfera, la destra è protesa nell’atto dell’adlocutio. Contrariamente a questa statua bronzea, Alessandro Magno e Domiziano furono ritratti con il cavallo impennato e con un viso impetuoso, sicuramente in ambito bellico. Celebra la ricchezza dell’imperatore e la pace.

RILIEVO STORICO

– ARA PACIS

La tradizione romana del rilievo storico inizia con Augusto che ordina di costruire l’ara pacis, un altare della pace per ringraziare gli dei. L’altare in questione si ispira un po’ all’altare di pergamo, alla tradizione pergamena. Molte sono infatti le caratteristiche in comune tra i due altari. Decorato con foglie d’acanto, elementi tipicamente greco corinzio.

All’interno vi è un meandro realizzato in ceramica e si trovano palmette con festoni; in mezzo ai festoni si trovano dei bucrani (teste di tori). Altri elementi scolpiti erano le cornucopie, cesti pieni di futta.

Enea, l’eroe di cui Augusto si considera discendente, sacrifica agli dei; la lupa allatta Romolo e remo; la dea Roma celebra le vittorie militari di augusto; la Terra nutre due bambini.

E’ scolpita con realismo una processione per l’inaugurazione, veramente avvenuta dove Augusto è velato per motivi religiosi e compie le stesse azioni di Enea. Lo stile è fidiaco. Sui lati corti ci sono immagini mitologiche dal mondo greco con tre simbologie: acqua, terra e cielo. Volti alla greca, qualità discreta e posa fissa.

– ALLOCUZIONE DI COSTANTINO

Nel famoso rilievo sul fronte nord del monumento, la figura dell’imperatore purtroppo acefala è realizzata frontalmente, più in alto rispetto alle altre figure e estremamente rigida. Si tratta dell’unico personaggio realizzato in questo modo, insieme a due personaggi politici importanti al suo fianco: si può quindi dire che l’ordine di realizzazione è gerarchico. Lo sfondo del rilievo costituisce un’importante testimonianza dei monumenti del foro romano. Tutti questi monumenti vengono allineati sullo sfondo. Anche i due gruppi laterali di popolo, che dovrebbero essere anteriori al tutto, vengono rappresentati lateralmente ed allineati. Il mondo nelle mani dell’imperatore ha un profondo significato di potere. Viene fatto quindi uso della prospettiva ribaltata, ovvero più elementi che nella realtà giacciono l’uno davanti all’altro su piani diversi, vengono realizzati allineati. Il rilievo è realizzato col trapano, una tecnica che allontana la scultura romana sempre di più da quella classica.

Influenza barbarica = rozzezza —- Influenza popolare = semplicità


– COLONNA TRAIANA

La Colonna di Traiano è un monumento innalzato a Roma da Apollodoro di Damasco per ordine dell’imperatore Traiano ed è collocata nel Foro di Traiano, in un ristretto cortile alle spalle della Basilica Ulpia fra le due Biblioteche. E’ una trascrizione figurata del libro di Traiano, in cui erano descritte le imprese dell’imperatore e del suo esercito in Dacia. Fu eretta per celebrare il buon governo e l’espansione di Roma sotto Traiano. Prevale l’intento narrativo in quanto le mura sono più piccole degli umani. Scarto di proporzione tra gli uomini e lo sfondo che viene ridotto per essere rappresentato con chiarezza e semplicità anche per le classi non colte. I romani rinunciano alla bellezza ed allo stile pur di narrare, i Greci non l’avrebbero mai fatto. Influenza ellenistica nel fregio sottile. La colonna raggiunge i 40 metri di altezza. Il fusto è costituito da 19 colossali rocchi in marmo, ciascuno dei quali pesa circa 40 tonnellate ed ha un diametro di 4 metri. Il fregio si arrotola a spirale attorno al fusto e presenta 2500 figure. All’interno del fusto una scala a chiocciola che permette di raggiungerne la sommità. Scopo celebrativo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: