Turchia e Iran

QUADRO GENERALE DELLA SITUAZIONE

L’articolo parla delle tensioni che vi sono in Turchia per via dei ribelli Curdi che vogliono indipendenza, dell’istituzione di un nuovo partito fondato da questi ultimi (il Pkk) e dell’interessamento degli Stati Uniti a riguardo. Si apre con la localizzazione geografica, al confine fra Iraq e Turchia; sono due Paesi allo stesso tempo vicini ma lontani. Infatti, pur confinando per un largo tratto hanno caratteristiche politico sociali diverse. La Turchia tra i due è forse quella che si avvicina di più al modello occidentale, cerca infatti di entrare a far parte dell’Unione Europea, aiutata dagli immensi guadagni che la regione può offrire. Il suo territorio è arido, scarsamente coltivato, ma la vera fortuna è la ricca abbondanza di risorse minerarie: ferro, cromo, carbone, petrolio. Grazie ad esse la Turchia può aspirare all’ammissione nell’U.E.

IL RISCHIO DI UNA GUERRA

Ma se dal punto di vista economico la Turchia è sviluppata, non si può dire per il clima dei rapporti fra le varie etnie al suo interno; la popolazione è situata perlopiù sulla costa, e per la scarsa crescita demografica, molti hanno deciso di migrare verso l’Europa. Uno dei motivi che rende difficoltoso l’ingresso della Turchia in UE sono proprio i vari conflitti etnico-politici, e in particolare il gruppo etnico dei Curdi, stabiliti soprattutto nella zona al confine con l’Iraq, che cerca da anni di rivendicare la loro indipendenza; nell’articolo si evince il rischio di una guerra: la Turchia ha preparato le truppe, mentre i Curdi della Turchia hanno chiesto aiuto ai Curdi dell’Iraq, stabilendosi nel confine pronti a attaccare. Se è vero che tra Iraq e Turchia vi sono forti legami commerciali (soprattutto esportazioni di greggio), è vero anche che le forze armate della Turchia sono pronte ad un’eventuale invasione con truppe di terra e aeree, contro il Kurdistan La Turchia si è dimostrata pronta all’attacco, come ha detto il ministro degli esteri turco, spalleggiata dagli Usa, rappresentati da Condoleezza Rice, giunta sin qui sia per evitare una nuova guerra, che vessi queste regioni già instabili, sia per non incrinare i fitti commerci di petrolio che ha stabilito con questi stati, infatti gli Usa acquistano in queste zone grandi quantità di petrolio, che poi importano; inoltre non vuole perdere l’alleanza Nato della Turchia e nel contempo rovinare i rapporti con il gruppo curdo-iracheno, che vive in Turchia come una sorta di “Stato nello Stato”, visto che sono circa venti milioni. Un fatto mette d’accordo gli Usa e la Turchia: l’esistenza del partito Pkk, ritenuto da Condoleezza Rice nemico comune fra turchi e statunitensi.

CALANO LE TENSIONI

In territorio Iracheno il governo è riuscito a calmare la minoranza di curdi: essi sono già a buon punto per l’indipendenza. La reazione degli Usa a questo proposito è stata positiva, mentre Ankara teme che il gesto iracheno possa costituire un’ulteriore spinta e provocazione per i Curdi in Turchia. Questi iniziano tuttavia a prendere distanze dal Pkk, per paura di scatenare una guerra; pochi cercano di mantenere il partito, solamente i nazionalisti più convinti, fra i quali il leader Massud Balzani, che promette battaglia qualora i turchi decidessero di invadere il Kurdistan (la regione dove vivono i Curdi, e che vorrebbero loro). Il fondatore di “Tolerancy International” Hussein Sinjnari ha espresso la volontà di allentare le tensioni, mentre cerca di ottenere la liberazione di otto ostaggi turchi. Il Pkk, a riguardo, ha espresso la propria opinione dicendo che non vi sarà attacco militare e impone la risoluzione dei fatti con un intervento democratico.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: