Il vicino di Conni

UN VICINO DEL CONSOLE CONNI

Iniziamo la narrazione di questi fatti inediti col dire che centinaia di anni or sono, in una sperduta zona della periferia di Piacenza, viveva il console Conni. Egli abitava, nella giovinezza, con i parenti in un insula insieme ad altre quattro famiglie.

Furono proprio i primi anni della sua esistenza quelli più duri da un punto di vista delle relazioni socio-condominiali. Infatti dovete sapere che a rendere improponibili le già difficili condizioni in condomio, ci pensò un vecchio ottantenne dall’anima gramma quanto non potete nemmeno immaginare. Egli si divertiva a slegare i cavalli dalle carrozze del console, riempire la cassetta della posta con messaggi provenienti da ogni parte dell’impero, squarciare la sella del console, scardinare la porta della cantina ove giacevano in stagionatura preziosi vini e salumi pregiati, e cosa più imòortante, disattivare il contatore generale dell’energia elettrica del console, oltre ad arrecare disturbi vari.

Il padre del console, dall’indole estremamente pacifica, non si sarebbe mai ribellato ad una situazione tale. Ma è risaputo che il console non assomigliava al padre. Dopo infatti un periodo di circa 8-9 anni in queste condizione di sottomissione, Conni seppe risolvere la situazione con un piano ben progettato. Poichè il vicino del console era solito disattivare il contatore dell’energia elettrica del suddetto personaggio sempre alle ore 11.00, ora in cui tornava dalle compere in città, il console un giorno si nascose negli scantinati al buio impugnando due grossi coltelli da macellaio.

Il momento fatidico arrivò… il vicino del console disattivò il contatore con una mossa furtiva e facendo per scappare su per le scale, si trovò di fronte Conni dalle apparenze di Rambo. Il vecchio ottantenne per lo spavento urlò e rischiò un infarto, ma da quel momento niente di losco accadde più presso la residenza del console.

Da allora il condominio di Conni lo ringrazia per aver salvato le sorti di un’intera insula, permettendo una pacifica convivenza.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: